0

Terremoto e frana sul Gran Sasso

Sin da questa notte si rincorrevano voci sul crollo parziale che aveva interessato il corno piccolo, dopo il sisma che alle ore 3.30  ha interessato la zona reatina con una magnitudo di 6.0 avverito in tutto il centro italia ( DETTAGLI SISMA ).

Sin dai minuti successivi grazie allo staff del Rifugio Franchetti svegliatosi sia per il sisma che per il forte boato del crollo, avevano avvertito della frana se pur visto il buio non era stata ancora localizzata, solo ora dopo che la nebbia mattutina si è diradata si è potuto constatare l’effettivo volume della frana che ha interessato il corno piccolo.

ecco la loro tesimonianza

“La nebbia si è diradata e finalmente si vedono gli effetti della frana caduta nella notte dal Corno Piccolo e la sua entità:
sono crollati alcuni grossi massi dalla parte alta della “Via della Gola” sulla parete Est del Corno Piccolo, zona abitualmente soggetta a frane.
Da quel che si può immaginare la caduta di questi massi ha provocato lo scivolamento di altro detrito che si è mosso scivolando lungo il canale; parte del materiale è rimbalzato sul ghiaione sottostante, parte è rotolato verso valle e altro si è arrestato proprio alla base della cosidetta “Via dell’Immondezaio”, dove ora si vedono diversi blocchi appoggiati l’uno sull’altro.
Un evento sicuramente notevole ma non catastrofico, certamente di minor entità di quello provocato dal terremoto del 6 aprile 2009.
Purtroppo nella Valle del Tronto la scossa ha fatto ben altri danni, ben altri lutti. Un pensiero commosso a chi ha perso persone care, a chi non ha più la casa.

[tribulant_slideshow gallery_id=”2″]

Filed in: Senza categoria Tags: , , ,

Get Updates

Share This Post

Related Posts

Leave a Reply

Submit Comment